Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico Contemporaneo

Design della Cultura e del Turismo

STORIA - ARTE - ARCHITETTURA
Conosci e impara a valorizzare i beni culturali e le esperienze turistiche del nostro territorio, diventa un designer della cultura e del turismo

DESCRIZIONE

Il Diploma Accademico di I Livello in Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico Contemporaneo, vuole formare professionalità nel campo dei beni culturali, con competenze specifiche e relative alla gestione, promozione e valorizzazione del patrimonio artistico, con particolare attenzione a quello contemporaneo. Tale figura è in grado di riconoscere cosa sia e su cosa si fonda il bene culturale, lo sa gestire in un determinato contesto e lo sa comunicare per valorizzarlo.
Alla base culturale di tale conoscenza, c’è quindi una consolidata conoscenza della storia dell’arte contemporanea e dell’architettura. Contestualmente, la figura è in grado di padroneggiare in maniera autonoma e fluente la lingua inglese che, negli anni di formazione, viene affrontata specificatamente sulla base di pratica linguistica nel settore della comunicazione artistica.
Inoltre, particolare attenzione, viene rivolta alla possibilità per lo studente in formazione di potere fruire dell’esperienza di stage sin dal primo anno del triennio e di workshop intensivi realizzati alla fine di ogni anno accademico con la finalità di costruzione di mini-progetti che permettono di mettere in pratica le conoscenze acquisite durante l’anno.

SCHEDA DEL DIPLOMA ACCADEMICO

SEDE

Roma

DATA INIZIO DEI CORSI

8 Novembre 2021

CREDITI FORMATIVI

180 CFA – ECTS* | EQF Level 6
Acquisizione dei 180 crediti formativi previsti dal percorso.

DURATA

3 Anni

TITOLO RILASCIATO

Diploma Accademico di I Livello in Comunicazione E Valorizzazione Del Patrimonio Artistico (classe DAPL09 equipollente alla classe di Laurea L3 - L. n.228/12, all’art. 1, commi da 102 a 107 ), valido in Italia e all’estero, che permette di accedere ai percorsi formativi internazionali di secondo livello, come le lauree magistrali e a i master.

REQUISITI DI ACCESSO

L’immatricolazione ai Diplomi Accademici di I Livello è subordinata al superamento del colloquio di ammissione, al fine di valutare le conoscenze culturali e tecnico-artistiche del candidato.
Sono esonerati dal colloquio di ammissione coloro in possesso di un diploma di maturità con indirizzo affine al corso accademico scelto o in possesso di: maturità artistica, maturità istituto d’arte, I.P.S.C.T. – Tecnico della grafica e della pubblicità, CINE TV – Tecnico della grafica pubblicitaria, Tecnico della produzione dell’immagine fotografica e Tecnico dell’Industria Audiovisiva.

COMPETENZE

Al termine del Corso Triennale Post Diploma in Progettazione Multimediale, gli studenti, avranno acquisito un’adeguata formazione tecnico-operativa, di metodi e contenuti relativamente ai settori della progettazione grafica, dei linguaggi di programmazione di software, nella comunicazione e delle Arti Visive.
Avranno acquisito strumenti metodologici e critici adeguati all’acquisizione di competenze dei linguaggi espressivi, delle tecniche e delle tecnologie più avanzate.
Il percorso formativo conduce quindi lo studente a:
  • aver acquisito conoscenze progettuali e tecniche specifiche dei linguaggi espressivi delle nuove tecnologie;
  • saper utilizzare le metodologie della progettazione multimediale;
  • raggiungere la consapevolezza progettuale e creativa, nonché l’indipendenza tecnica per sviluppare autonomamente le fasi della produzione dei propri progetti;
  • comprendere forme e ragioni della trasformazione dei linguaggi dei nuovi media attraverso lo studio delle discipline storiche e l’interpretazione delle nuove tendenze in atto.

FIGURE PROFESSIONALI

Gli studenti del Corso Triennale Post Diploma in Progettazione Multimediale, potranno lavorare operando sia come libero professionista sia all’interno di studi grafici, agenzie di comunicazione, case editrici, canali televisivi, web agency come:

  • Progettista Multimediale
  • Progettista 3D
  • Programmatore Mobile
  • Web Designer
  • Motion Graphic Designer
  • Sound Designer
  • Video Maker
  • Montatore Cinematografico

PROGRAMMA DEL CORSO

PROGRAMMA

1° ANNO

Teoria e pratica del disegno prospettico
Il corso vuole rendere gli studenti consapevoli dell’importanza del disegno nelle dinamiche della comunicazione: una forma di espressione capace di raccontare il patrimonio contemporaneo e tracciare nuovi itinerari turistici. Il percorso didattico toccherà gli elementi fondamentali della geometria, dell’analisi di spazi e architetture, concentrandosi sulla prospettiva come metodo per rappresentare la profondità dello spazio.

Estetica delle arti visive

Il corso si propone di far conoscere le modalità attraverso le quali il concetto di “Estetica” si è articolato in discipline quali la storia dell’arte, privilegiando i suoi aspetti teoretici focalizzati attorno al problema della conoscenza delle realtà interiori ed esteriori, attraverso il rapporto tra ragione analitica e immaginario, in una condizione di continuo scambio, con entropia e differenza. Il percorso didattico intende affrontare temi ancora attuali e nuovi, indagando il rapporto con il patrimonio culturale e con le traiettorie dell’attività turistica per poterne progettare l’esperienza.

Storia dell’arte contemporanea

Il corso mira a far acquisire la capacità di lettura del patrimonio artistico, riconoscendo stili e differenze estetiche e tecniche. Si vuole far comprendere i legami tra le differenti tecnologie e le influenze dei sistemi politici e socio-economici nello sviluppo delle espressioni culturali e artistiche che influenzano gli attuali itinerari turistici. Il percorso didattico si concentrerà sulla conoscenza di opere e artisti del XX e XXI secolo, sull’evoluzione stilistica e teorica che ha caratterizzato la ricerca artistica occidentale fino alle più recenti proposte contemporanee, muovendosi tra le profonde trasformazioni intervenute sul concetto di opera d’arte, e sulla velocità di mutazione del linguaggio artistico. Si prevede una parte di laboratorio per sviluppare approcci di audience development e mediazione culturale rispetto alle opere d’arte e alle realtà museali.

Antropologia dell’arte

Il corso affronta i rapporti fra contenuto, immagine e processo narrativo adottati dalle diverse forme artistiche. Attraverso accostamenti e con una visione interdisciplinare si approfondiranno progettualità e opere in cui si palesa il rimando a caratteristiche antropologiche soprattutto nel rapporto tra uomo e patrimonio. Il percorso didattico intende sviluppare un’analisi psicografica dei pubblici di riferimento, utilizzando le metodologie messe a punto dall’antropologia nelle sue diverse correnti.

Metodologia Progettuale Della Comunicazione Visiva

Il corso vuole sviluppare una metodologia progettuale applicabile a qualsiasi processo creativo, in particolare alla comunicazione visiva per il cultural heritage. L’acquisizione di tale comprensione e lo sviluppo di strumenti critici rispetto alla percezione di ciò che ci circonda permettono, coniugando osservazione e metodo, di arrivare a maneggiare la progettazione e la produzione creativa. Il percorso didattico mira a promuovere il processo progettuale e le conoscenze tecniche sollecitando un dialogo tra le diverse discipline e sarà mirato alla progettazione dell’identità visiva di un’istituzione culturale.

Teoria e storia dei beni culturali

Il corso intende promuovere la conoscenza del bene culturale nella sua concezione materiale e immateriale. Si indagherà il significato profondo dietro al patrimonio, approfondendo i processi di valutazione, tutela e valorizzazione dei beni, in chiave culturale e turistica. Il percorso didattico mira a rendere consapevoli del valore del bene culturale anche da un punto di vista sociale ed economico, indagando l’evoluzione del concetto nel corso degli anni.

Linguaggi multimediali

Il corso si pone come obiettivo l’analisi dei linguaggi multimediali e delle tecniche, approfondendo la loro applicazione finalizzata alla realizzazione di un prodotto multimediale. Attraverso lo studio degli strumenti mediali si vogliono promuovere e consolidare i linguaggi applicati alla comunicazione visiva per il patrimonio, come il web design, digital communication e realtà aumentata per il cultural heritage. Il percorso didattico mira a stimolare la capacità di leggere le dinamiche dell’innovazione tecnologica e della diffusione del multimediale attraverso una parallela mutazione della sensibilità artistica e socio-culturale.

Fondamenti di informatica

Il corso mira a sviluppare competenze digitali capaci di rispondere in maniera adeguata alle esigenze del mondo del lavoro. Nell’ottica di istruire all’interno di una società tecnologica, si studierà come la “computer science” ha plasmato anche il panorama del patrimonio culturale e come influenza le dinamiche turistiche. Il percorso didattico si articolerà tra terminologia, strumenti applicativi e sperimentazioni.

Inglese

Il corso vuole accrescere le abilità di comprensione e produzione della lingua per arrivare ad un livello intermedio – B1 secondo il quadro comune europeo di riferimento per le lingue (QCER). Attraverso un percorso didattico graduale, che si fonda sui principi grammaticali, si stimolerà l’uso della lingua inglese, in particolar modo in forma orale, per esprimere opinioni sul patrimonio artistico contemporaneo.

PROGRAMMA

2° ANNO

Fotografia digitale

Il corso evidenzia sul piano teorico, quanto su quello pratico, l’importanza del linguaggio fotografico come strumento di comunicazione, di espressione e di ricerca. Il percorso didattico sviluppando una conoscenza specifica del linguaggio fotografico e intende fornire gli insegnamenti necessari per comprendere l’arte della composizione, conoscere le tecniche di ripresa in interni e esterni, la tecnologia della macchina fotografica, la scelta dell’attrezzatura, l’esposizione e la misurazione della luce, il linguaggio delle ottiche, la fotografia del paesaggio e la fotografia di studio professionale.

Storia dell’architettura contemporanea

Il corso intende riflettere sulle forme e i contenuti (anche simbolici) dei linguaggi architettonici contemporanei. Si vuole leggere l’architettura in stretto rapporto con le altre manifestazioni culturali e con i fenomeni socio-economici. Il percorso didattico mira a fornire una conoscenza approfondita dei cambiamenti avvenuti nel concetto di spazio architettonico a partire dall’inizio dell’Ottocento, passando dalle avanguardie architettoniche fino ad arrivare alle più recenti tendenze degli ultimi decenni; si prevede una parte laboratoriale in cui applicare metodi di valorizzazione per edifici e contesti di interesse.

Diritto dell’informazione e della comunicazione digitale

Il corso vuole analizzare i temi dell’informazione e della comunicazione digitale nel quadro del diritto italiano, europeo ed internazionale. Particolare attenzione sarà dedicata alle problematiche relative alla valorizzazione del patrimonio culturale nelle varie forme previste dalla legislazione statale e regionale. Il percorso didattico analizzerà diverse questioni (come l’accesso ai luoghi della cultura; la fruizione e la riproduzione dei beni culturali; la divulgazione del patrimonio; i servizi di assistenza e di ospitalità), anche in chiave di promozione e supporto dello sviluppo turistico.

Storia e documentazione dei beni architettonici

Il corso mira a fornire le conoscenze di base sulla storia e i metodi di documentazione rispetto ai beni architettonici, in particolar modo di epoca moderna e contemporanea. Attraverso un’analisi storico-critica di opere e autori rispetto all’arco cronologico, ai contesti urbani e alla committenza, si vogliono fornire gli strumenti per classificare e valorizzare il patrimonio. Il percorso didattico approfondirà la trasformazione delle relazioni tra progetto e vicende storiche, architettura e tecnologia, ambiente urbano e paesaggio, partendo dall’inquadramento generale per arrivare alle problematiche teoriche e alle prospettive progettuali.

Valorizzazione dei beni architettonici e paesaggistici

Il corso si focalizza sulla necessità di tutela e conseguente promozione dei beni culturali, non solo come testimonianza storica, quanto come elementi radicati dell’identità locale. Si intende approcciare al patrimonio, nella sua valenza materiale e immateriale, come parte di un sistema di risorse e servizi del territorio, che coinvolge le comunità e i diversi stakeholders in un processo virtuoso di conservazione e valorizzazione. Il percorso didattico esaminerà approcci e strumenti per una positiva valorizzazione dei beni architettonici e paesaggistici in chiave turistica, economica e sociale, elaborando un progetto di allestimento e fruizione che rinnovi l’immagine di un bene architettonico, valorizzandone le caratteristiche e riposizionandolo nelle dinamiche turistiche.

Museologia del contemporaneo

Il corso si propone di dibattere gli aspetti della museologia legati alla storia del museo e delle collezioni, analizzando la museologia contemporanea come disciplina complessa in grado di rapportarsi con la legislazione e la gestione del patrimonio, con la comunicazione, i media e l’educazione museale. Il corso vuole inoltre esaminare le principali realtà museali del contemporaneo, esplorando i caratteri di discontinuità rispetto al passato. Il percorso didattico approfonirà inoltre le nuove prospettive legate alla produzione culturale, all’esperienza, alla partecipazione e all’inclusività dell’istituzione museale, in un panorama più ampio di turismo sostenibile.

Progettazione di allestimenti

Il corso intende approcciare all’exhibit design contemporaneo e alle metodologie progettuali per l’allestimento di eventi di diversa natura. Per mezzo dello studio teorico di tecniche e casi studio, e attraverso una dimensione laboratoriale si intende analizzare ed elaborare l’allestimento mediante un punto di vista critico, creativo e progettuale. Il percorso didattico vuole stimolare la ricerca di un equilibrio tra singoli oggetti e contesto, elaborando un progetto che possa permettere una nuova lettura di entrambi questi elementi in contesti museali, di eventi e di rigenerazione urbana.

Allestimento degli spazi espositivi

Il corso vuole approfondire la materia dell’exhibit design in spazi espositivi, istituzionali o informali. Studiando nuovi linguaggi espressivi, che vanno dalla performance, all’installazione e alla video-art, si stimolerà un diverso rapporto con lo spazio espositivo, inteso non solo come contenitore dell’opera ma come parte integrante della fruizione culturale. Il percorso didattico intende gettare le basi di conoscenza riguardo i linguaggi dell’arte e il rapporto con il contesto, collimando in un progetto di allestimento per una esposizione collettiva di arte contemporanea.

Fondamenti di marketing culturale

Il corso si pone l’obiettivo di fornire conoscenze specifiche nella comunicazione e nel marketing culturale ed esperienziale, nella valorizzazione del patrimonio, come risorsa sociale ed economica per il territorio, tramite pianificazione di campagne di promozione. Il percorso didattico affronterà, attraverso lo studio di strumenti e strategie, le evoluzioni del marketing, con particolare riferimento alla cultura e al turismo e si soffermerà sull’Audience Development relativo alle organizzazioni culturali, capendo come raggiungere, aumentare e diversificare il pubblico.

PROGRAMMA

3° ANNO

Elementi di architettura e urbanistica

Il corso si propone di approfondire la conoscenza degli elementi significativi dell’Architettura e costruire una base culturale Urbanistica. Le lezioni interesseranno l’Architettura come linguaggio che traccia possibilità di utilizzo dello spazio, e sull’Urbanistica come matrice delle città e delle sue dinamiche. Il percorso didattico si focalizzerà sulla valenza culturale dello spazio architettonico nel contesto sociale ed ambientale e sull’approfondimento di specifici periodi storici che hanno caratterizzato la storia dell’Architettura e dell’Urbanistica.

Stile, storia dell’arte e del costume

Il corso mira a far acquisire la capacità di lettura delle opere d’arte, per riconoscere i vari stili e le loro differenze estetiche e tecniche. Attraverso analisi e comparazioni si vuole comprendere i legami tra le differenti tecnologie e le influenze dei sistemi politici e socio-economici nello sviluppo delle espressioni culturali e artistiche. Il percorso didattico si svilupperà dalle Neo-avanguardie fino ai concetti ed i protagonisti delle ultime tendenze nell’arte contemporanea dall’Informale al Neo-oggettuale.

Net art

Il corso intende condividere i principi teorici della Net Art e gli incroci interdisciplinari ad essa connessi, gli obiettivi delle principali pratiche, i soggetti che le realizzano, in quali luoghi, al fine di definire un nuovo possibile orizzonte dell’opera d’arte. Il percorso didattico si pone l’obiettivo di analizzare uno dei principali percorsi di sviluppo dell’arte per mezzo delle nuove tecnologie della comunicazione. Durante le lezioni si approfondiranno strumenti e linguaggi dell’Augmented Reality e delle nuove tendenze dell’arte contemporanea e della sua fruizione.

Beni culturali dell’età contemporanea

Il corso vuole stimolare una riflessione ampia sul patrimonio contemporaneo, inteso nei suoi aspetti materiali ma anche nelle sue caratteristiche immateriali. Partendo da riferimenti legislativi e casi studio, si analizzeranno gli aspetti concettuali e il sostrato estetico-filosofico, analizzando le riflessioni contemporanee sui non-luoghi, sul terzo paesaggio, esaminando casistiche specifiche inerenti la relazione fra beni, territorio, e il ruolo delle arti.

Comunicazione e valorizzazione delle collezioni museali

Il corso prenderà in esame aspetti teorico pratici sulla comunicazione museale in relazione ai nuovi mezzi di comunicazione, al fine di promuovere e valorizzare le collezioni e gli archivi delle realtà culturali. Il percorso didattico toccherà diversi casi studio, intesi come paradigmi museologici, in Italia e in Europa e promuoverà visite, in sedi istituzionali o informali, per analizzare da vicino le tecniche e gli strumenti adoperati per valorizzare le collezioni.

Inglese per la comunicazione artistica

Il corso insegna ad allenare l’uso della lingua inglese per la comunicazione artistica e promuove un uso fluente del linguaggio turistico. Si analizzeranno le strutture retoriche del cultural heritage e della comunicazione turistica, approfondendo strumenti come testi critici, l’advertisement, digital copy e linguaggio editoriale. Il percorso didattico prevederà diverse esercitazioni e momenti di confronto, nella forma di reading workshops, nei quali discutere i temi chiave nell’ambito della disciplina dell’arte e del turismo.

Teoria e metodo dei mass media

Il corso mira a far conoscere i più importanti modelli della comunicazione, la storia e le teorie dei media e i principali paradigmi di ricerca sull’influenza dei mezzi di comunicazione di massa nella società. Si approfondirà l’uso della comunicazione, in particolar modo quella digitale, nel “fare comunità”. Il percorso didattico mira a comprendere e padroneggiare le conoscenze legate alla nascita ed evoluzione dei mass media applicate alla multimedialità.

Metodologie e tecniche del contemporaneo

Il corso intende promuovere un approccio interdisciplinare ai linguaggi del contemporaneo, analizzando lo stretto rapporto tra dimensione teorica, politica, poetica e le pratiche artistiche. Si studieranno le espressioni che intrecciano differenti ambiti di ricerca utilizzando una pluralità di metodi e tecnologie. Il percorso didattico analizzerà le diverse procedure dei nuovi operatori culturali, mirando a far comprendere il processo di progettazione e produzione artistica.

Applicazioni digitali per l’arte

Il corso si propone di affrontare i diversi aspetti applicativi del digitale nella pratica artistica attraverso 
nozioni teoriche, l’analisi pratica, lo studio e l’uso delle applicazioni digitali all’interno del mondo artistico. Il percorso didattico porterà a realizzare progetti mirati a stampa, video e web, dal cinema al multimediale, al fotoritocco professionale, alla progettazione grafica e a una corretta e bilanciata impostazione del lavoro.


Diploma Accademico di primo Livello autorizzato dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca)
con Decreto Ministeriale prot. Num. 613 del 12 marzo 2021.

COMPILA IL FORM

per ricevere maggiori informazioni.
Ti contatteremo entro poche ore.

    Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile