DESIGN

[Durata 3 anni]  [n° 20 posti]

DESCRIZIONE

Il corso in Design per il conseguimento del Diploma Accademico di Primo Livello ha l’obiettivo di assicurare padronanza dei metodi e delle tecniche artistiche e l’acquisizione di specifiche competenze disciplinari e professionali. Il fine è quello di fornire conoscenze e metodologie progettuali ed espressive nell’uso degli strumenti della rappresentazione e delle pratiche artistiche, con particolare riguardo all’Interior Design, al Product Design e al Garden Design, con un’ottica sostenibile. Il Designer veicola l’innovazione sotto il profilo creativo, estetico, sociale e tecnologico. La sua cultura progettuale deve essere trasversale, coprendo aspetti teorici e competenze tecniche più specifiche. L’obiettivo è far acquisire al designer le qualità di problem solver, rendendolo in grado di comprendere e anticipare le esigenze del mercato, mediarle con le intenzioni aziendali e tradurle in un progetto concreto e realizzabile.

COMPETENZE

Al termine del Diploma Accademico di Primo Livello in Design gli studenti avranno acquisito un’adeguata formazione tecnico-operativa, di metodi e contenuti relativamente ai settori del Design degli interni, del prodotto e della comunicazione. Avranno acquisito strumenti metodologici e critici adeguati all’acquisizione di competenze dei linguaggi espressivi, delle tecniche e delle tecnologie più avanzate relative. Avranno approfondito la conoscenza degli strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza. 

FIGURE PROFESSIONALI

Gli studenti del Diploma Accademico di Primo Livello in Design potranno lavorare operando in qualità di libero professionista o presso la piccola e media azienda manifatturiera, o, ancora presso altre istituzioni, pubbliche o private come:

  • Concept Designer
  • Product Designer
  • Interior Designer
  • Garden Designer
  • Services Designer
  • Light Designer
  • Packaging Designer
  • Eco Designer
  • Forniture Designer
  • Car Designer
  • Art Director
  • Scenografo
  • Arredatore
  • Progettista 3D
  • CAD Designer

PIANO DI STUDI

1° Anno

DISEGNO TECNICO E PROGETTUALE

Il corso intende porre le basi, tanto sul piano teorico quanto su quello pratico professionale, per l’apprendimento del disegno tecnico, attraverso la conoscenza di elementi comuni di carattere grafico, strumenti per il disegno tecnico, costruzioni grafiche, scale metriche, elementi di base delle proiezioni ortogonali, attraverso la proiezione, rotazione e sezione di solidi, proiezioni assonometriche e tecniche per il rilievo metrico architettonico. Tale insegnamento fornirà gli elementi che saranno di supporto al momento progettuale e quindi di ideazione e sviluppo del prodotto, frutto del momento ideativo.

DISEGNO PROSPETTICO

La prospettiva costituisce un metodo grafico idoneo a rappresentare su di una superficie piana la profondità dello spazio. Il corso si dedica pertanto alla trattazione della prospettiva centrale, accidentale nonché la definizione delle ombre applicate alla prospettiva. Trattandosi di un corso legato alla Scuola di Design, gli argomenti saranno orientati verso la prospettiva di ambienti interni e di oggetti.

DISEGNO INFORMATICO

Studio approfondito delle funzioni software AutoCAD per usufruire delle potenzialità offerte dal programma ed apprendere comandi che renderanno possibile la realizzazione di progetti bidimensionali (2D) e le basi concettuali per operare con le funzioni 3D.

STORIA DEL DESIGN

Il corso tratterà in generale della storia del Design in relazione alla storia della progettazione degli interni a partire dalla metà del XIX secolo sino ai giorni nostri. Un’attenzione specifica verrà posta sul concetto di “sistema degli oggetti” rispetto al contesto domestico guardando specificatamente al rapporto tra il progetto degli interni e il disegno degli oggetti d’uso per la casa.

DESIGN 1

Il corso si articolerà in una serie di lezioni teoriche, e in una serie di esercitazioni in aula e in alcune occasioni di discussioni tematiche organizzate con gli studenti. Le lezioni affronteranno i temi fondamentali della disciplina: il rapporto interno-esterno, il rapporto tra volume interna e involucro, il progetto della luce (naturale e artificiale) e dei materiali, l’arredamento, le dimensioni e la natura dei luoghi per l’abitare. Sperimentazioni e progetto troveranno convergenza e continuità nello studio individuale che lo studente avrà il compito di fare su di un’opera realizzata. Lo studente, dovrà presentare un progetto di interior design sulla base del tema indicato dalla docenza, attraverso una serie di elaborati grafico-compositivi sulla base delle tendenze stilistiche individuali preventivamente accordate con l’insegnante.

ECODESIGN 1

La figura del Designer per essere competitiva nel mondo del lavoro di oggi deve dimostrare di avere chiari i principi e gli strumenti per “fare” sostenibilità ambientale. Il primo anno porterà ad acquisire i concetti base del ragionare “eco”. Saranno enunciate le basi storiche che hanno portato il design verso un’ottica sostenibile. Si conosceranno i materiali e i criteri per tecnologie e pratiche ecologiche. Si lavorerà utilizzando materiali sostenibili.

ARCHITETTURA URBANISTICA

Il corso si propone di far acquisire un buon livello di conoscenza degli elementi significativi dell’Architettura ed una sufficiente base culturale Urbanistica. In particolare le lezioni verteranno sull’Architettura come linguaggio d’uso dello spazio, sull’Architettura e le sue implicazioni urbanistiche, sulla cultura dello spazio architettonico nel contesto sociale ed ambientale.

ARCHITETTURA DEGLI INTERNI

Il Moderno ha riformulato in maniera radicale il paesaggio domestico, facendo allineare la casa ai mutamenti dell’industria e ai modi di vita determinati dal dinamismo delle grandi città. Il corso, attraverso una riflessione su questi cambiamenti dello spazio della casa dalla seconda metà del XIX secolo ad oggi, nella prospettiva di una storia del progetto domestico, restituisce alla nozione di interno arredato la sua organica integrazione con la disposizione degli spazi e il disegno dei volumi architettonici.

DESIGN SYSTEM

La metodologia progettuale del Design dei Sistemi è dedicata ad una analisi dei “Sistemi Museali ed Espositivi” volta ad indagare le prestazioni degli spazi espositivi contemporanei come sistema di fruizione collettiva di prodotti e servizi. Si opera con una logica di gestione della Complessità in ambito più generale di Design dell’Accoglienza per la fruizione dei prodotti-servizi in ambito di eventi espositivi legati allo spazio urbano e a spazi specializzati più propriamente circoscritti.

CULTURA DEL PROGETTO

La finalità del corso è quella di offrire allo studente alcuni strumenti di orientamento sul progetto. Si fa riferimento a quattro edifici che, seppure collocati in epoche storiche diverse, oltre a rappresentare la massima espressione della cultura del loro tempo, sono strettamente correlati l’uno all’altro. Attraverso un’analisi approfondita delle opere si cerca di esplicitare il complesso percorso della progettazione nella evoluzione del pensiero umano dall’antichità classica ad oggi.

FONDAMENTI DI INFORMATICA

Rispondere in maniera adeguata alla sfida lanciata dal mondo del lavoro, non soltanto attraverso la conoscenza e l’approfondimento di ambiti culturali e tecnici, ma anche mediante gli “strumenti” attraverso i quali si porta a compimento il processo lavorativo. La padronanza di uno strumento adeguato è una condizione indispensabile al raggiungimento di un obiettivo valido e produttivo per i nostri bisogni lavorativi.

2° Anno

MODELLISTICA

Il corso prevede l’individuazione e la conoscenza dei temi e delle metodologie teorico/pratiche sulla progettazione e la costruzione di plastici. L’obiettivo è quello di dare agli studenti gli strumenti cognitivi per acquisire una padronanza dei metodi e delle tecniche di rappresentazione e la conoscenza delle metodologie progettuali ed espressive a partire dallo studio dei bozzetti e dei disegni tecnici esecutivi. Il plastico è la realizzazione tridimensionale della progettazione e ha lo scopo di presentare l’idea. Diventa uno strumento indispensabile per controllare il risultato finale.

STORIA DELL'ARCHITETTURA

Il corso verterà sulla conoscenza storica e sull’analisi delle forme e dei contenuti (anche simbolici) dei diversi linguaggi architettonici, attraverso l’utilizzo di un manuale di riferimento, di monografie specifiche, nonché mediante la lettura dei numerosi “manifesti” teorici prodotti nel corso del Novecento da singoli architetti e da gruppi e movimenti (più frequenti in particolare durante gli anni delle avanguardie e delle utopie degli anni Sessanta e Settanta). Le lezioni si struttureranno alternando la lettura e il commento di testi all’analisi delle opere mediante sussidi audiovisivi (diapositive e film), insistendo in particolare nel leggere l’architettura in stretto rapporto con le altre manifestazioni culturali (letteratura, filosofia, arte). L’obiettivo del corso è quello di fornire una conoscenza approfondita dei cambiamenti avvenuti nel concetto di spazio architettonico a partire dallo strappo operato, all’inizio del Novecento, dalle avanguardie architettoniche (Futurismo, Espressionismo, Costruttivismo e Nuova Oggettività) fino ad arrivare alle più recenti tendenze di questi ultimi decenni.

METODOLOGIA DELLA PROGETTAZIONE

Partendo dallo studio di progetti conosciuti, vissuti quotidianamente, di allestimenti espositivi, stand fieristici e allestimenti di spazi all’aperto attraverso la destrutturazione dei processi creativi si vuole sviluppare una metodologia progettuale applicabile a qualsiasi processo creativo. L’acquisizione di tale comprensione e lo sviluppo conseguente di strumenti critici rispetto ai fenomeni percettivi che stanno alla base di un qualsiasi sviluppo cognitivo permettono, partendo dalla osservazione e attraverso il metodo scientifico, di arrivare fino alla conoscenza e alla produzione creativa.

TIPOLOGIA DEI MATERIALI

Il corso si pone l’obiettivo di formare gli studenti in merito alla conoscenza e scelta dei materiali, da quelli più tradizionali quali legni, marmi, pietre etc, fino a quelli più innovativi quali resine, ricomposti. Incontri e visite con qualificati rappresentanti delle aziende di riferimento nei diversi settori interessati, presenteranno in maniera approfondita e specifica i materiali, anche ai fini di una corretta scelta e applicazione degli stessi.

DESIGN 2

Nell’antichità i giardini erano manifestazioni pratiche; nelle culture dell’antico Oriente, dell’Egitto e della Mesopotamia, il giardino è rappresentato da un’area delimitata in cui sorge una vegetazione particolarmente rigogliosa, di piante ornamentali, circondato da un ambiente esterno. E’ importante evidenziare che il giardino, e in particolar modo le piante ed i fiori, erano associate a figure femminili. Elemento simbolico molto presente nell’antichità era, infatti, l’albero come elemento di vita: e la figura femminile, in molte religioni, si identifica appunto come linfa vitale. La finalità è quella di formare un landscape design che sappia comprendere e analizzare i caratteri principali di uno spazio VERDE sia a livello pubblico sia a livello privato, in tutte le sue componenti naturali e antropiche, per mezzo di specifici strumenti di analisi e di acquisizione di tecniche progettuali.

ARCHITETTURA VIRTUALE

La finalità del corso è quella di offrire le competenze per progettare in ambiente 3D studio Max e realizzare immagini “fotografiche” con il motore di rendering di V-ray che rappresenta il più diffuso plug-in per il rendering attualmente in commercio.

ESTETICA DELLE ARTI VISIVE

Il corso si propone di far conoscere le modalità attraverso le quali il concetto di “Estetica” si è articolato in discipline quali la storia dell’arte, privilegiando i suoi aspetti teoretici focalizzati attorno al problema della conoscenza delle realtà interiori ed esteriori, attraverso il rapporto tra ragione analitica e immaginario, in una condizione di continuo scambio, con entropia e differenza.

DECORAZIONE

Lo studente attraverso il percorso didattico potrà sperimentare diverse tecniche di decorazione, acquisendo la capacità di poter utilizzare questi strumenti nel futuro lavoro di comunicazione del progetto.

ECODESIGN 2

Avendo acquisito gli strumenti di base, sarà intrapreso un percorso progettuale che seguirà le fasi dell’Ecodesign. Si approfondiranno i criteri per riconoscere le caratteristiche dei materiali innovativi e capire in quali casi è possibile impiegarli. Sarà fatto lo studio di alcuni prodotti sul mercato, la loro etnografia, il packaging, l’ottimizzazione in fase di utilizzo, le tecniche migliori per un “design for disassembling”. Sarà affrontata la comunicazione ambientale del prodotto.

INGLESE

L’obiettivo di questo corso è di aiutare lo studente ad accrescere le proprie abilità di comprensione e produzione della lingua per portarlo ad un livello intermedio – B1 secondo il quadro comune europeo di riferimento per le lingue (QCER) – attraverso un percorso graduale.

3° Anno

STORIA DELL'ARTE E DEL COSTUME

Il corso mira a far acquisire la capacità di lettura delle opere d’arte, per riconoscere i vari stili e le loro differenze estetiche e tecniche e comprendere i legami tra le differenti tecnologie, e le influenze dei sistemi politici e socio-economici nello sviluppo delle espressioni culturali e artistiche, partendo dall’analisi delle tematiche principali delle Neo-avanguardie fino ai concetti ed i protagonisti delle ultime tendenze nell’arte contemporanea dall’Informale al Neo-oggettuale.

DESIGN 3

Il corso ha l’obiettivo di trasmettere strumenti e metodi atti alla gestione dell’iter progettuale che conduce alla realizzazione di un prodotto industriale. Una progettazione consapevole passa attraverso l’interazione di aspetti funzionali, formali, semantici, e la conoscenza del contesto di riferimento, cioè della complessità delle relazioni sociali e culturali, delle dinamiche economiche e di consumo, dello sviluppo tecnologico. La definizione delle competenze multidisciplinari operanti nel “sistema design”, la conoscenza di parametri e vincoli relativi ai diversi ambiti di intervento, l’acquisizione di competenze relative a materiali e tecnologie, sono la base necessaria per l’elaborazione di una metodologia progettuale interdisciplinare ed integrata.

MODELLAZIONE 3D

Conoscenza e approfondimento di comandi e tecniche per la visualizzazione e la verifica spaziale di ogni idea progettuale e la produzione degli elaborati tridimensionali di base direttamente dal modello. La possibilità di applicazione della tecnica di modellazione spazia dalla meccanica, al design, al disegno architettonico.

FOTOGRAFIA DIGITALE

Il Corso evidenzia tanto sul piano teorico, quanto su quello pratico, l’importanza del linguaggio fotografico come strumento di comunicazione, di espressione e di ricerca. Fornisce gli insegnamenti necessari ai fini di sviluppare e comprendere l’importanza della composizione, conoscere le tecniche di ripresa in interni e esterni, il trattamento del materiale sensibile sia in analogico che digitale, la tecnologia della macchina fotografica, la scelta dell’attrezzatura, l’esposizione e la misurazione della luce, il linguaggio delle ottiche, la fotografia del paesaggio e la fotografia di studio professionale, sviluppando una conoscenza specifica del linguaggio fotografico.

ECODESIGN 3

Si parlerà di rigenerazione urbana e architettonica possibile attraverso i principi della sostenibilità ambientale applicati al design. Si progetterà un prodotto originale che seguirà tutti i criteri dell’Ecodesign: lo studente potrà affrontare nella sua interezza il processo che porta alla qualità ecologica. Si otterranno gli strumenti per eseguire valutazioni ambientali con relativi grafici del settore.

TIROCINIO

Gli studenti potranno svolgere un tirocinio presso un’azienda o uno studio professionale allo scopo di seguire lo sviluppo di un progetto dalla sua ideazione alla sua realizzazione, collaborando con professionisti del settore e mettendo in pratica gli strumenti acquisiti.

PROGETTO TESI

Ogni studente dovrà svolgere un lavoro personale di ricerca, attraverso un elaborato scritto o un progetto, da discutere in sede di laurea.

CRITERI DI AMMISSIONE AL CORSO

L’immatricolazione ai Corsi Accademici di Primo Livello è subordinata al superamento del colloquio di ammissione, al fine di valutare le conoscenze culturali e tecnico-artistiche del candidato. Sono esonerati dal colloquio di ammissione coloro in possesso di un diploma di maturità con indirizzo affine al corso accademico scelto o in possesso di: diploma quinquennale ISIA, maturità artistica, maturità istituto d’arte, I.P.S.C.T. – Tecnico della grafica e della pubblicità, CINE TV – Tecnico della grafica pubblicitaria, Tecnico della produzione dell’immagine fotografica e Tecnico dell’Industria Audiovisiva.

TITOLO RILASCIATO

L’Istituto Pantheon Design & Technology rilascia, all’acquisizione dei 180 crediti formativi previsti dal percorso, il Diploma Accademico di Primo Livello in Design (classe DAPL06 equipollente alla classe di laurea L4 stabilita dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca), valido in Italia e all’estero, che permette di accedere ai percorsi formativi internazionali di secondo livello, come le lauree magistrali e a i master.
 

Diploma Accademico di primo Livello autorizzato dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) con Decreto Ministeriale prot. Num. 626 del 18 luglio 2013.

LE NOSTRE AZIENDE PARTNER

Sei interessato a questo corso?

Non fermarti a questa pagina, contattaci, i nostri orientatori risponderanno a tutte le tue domande!