5 principi base del Graphic Design che devi assolutamente conoscere

Se il mondo della grafica è la tua passione, ci sono 5 principi base che devi assolutamente conoscere per realizzare progetti visivi che catturino l’attenzione e rimangano impressi nella mente e nel cuore di chi guarda.

Che sia la copertina di un libro, un cartellone pubblicitario o una grafica per un sito web, le immagini devono essere ben progettate per trasmettere correttamente il messaggio e le idee. 

Questo è vero soprattutto sul web, dove si è costantemente connessi e si trova abbondanza di immagini come foto e grafiche, in ogni formato e su ogni piattaforma.

Per questo bisogna sapersi distinguere con progetti visual che seguano l’ABC della Progettazione Grafica, oltre a rispecchiare la tua creatività.

Ti stai chiedendo quali sono le regole base che ti aiuteranno a realizzare ogni progetto di Graphic Design?
Continua la lettura: le abbiamo elencate qui di seguito. 

PS. Questo articolo ti sarà utile se sei uno studente che muove i primi passi nel mondo della grafica o se lavori nell’ambito della comunicazione. 

Le 5 regole della Progettazione Grafica

1. Gestione degli spazi: il punto focale 

In ogni progetto visivo, gestire al meglio lo spazio è molto importante, perché ti offre la possibilità di direzionare l’attenzione del tuo osservatore e focalizzarlo nel punto che vuoi che vada centrato, bilanciando gli spazi bianchi e gli elementi presenti. 

Per questo, bisogna conoscere il punto focale.

Cosa si intende? Un elemento prominente, per grandezza o luminosità, che cattura lo sguardo

Un esempio famoso è la nota mela della Apple, che attira l’attenzione con la sua grandezza e il suo colore, perché posta al centro di uno sfondo interamente bianco. 

A proposito di spazi bianchi, questi sono degli elementi molto importanti, da utilizzare come se fossero un’immagine o una forma: posizionare bene il bianco aiuterà il progetto ad essere ordinato, donando la giusta gerarchia e visibilità a tutti gli elementi, dal punto focale ai testi.

Oltre alle immagini, questa regola vale infatti anche per impaginare correttamente titoli e didascalie nelle tue brochure, libri e per le presentazioni Keynote o Power Point.  

2. La scelta del font: due o al massimo tre

Anche la scelta del font è fondamentale perché rappresenta un’identità estremamente personale e soggettiva. Ne esistono infatti migliaia diversi e tutti unici. 

Sarà solo tua la scelta di quello più idoneo al progetto che stai sviluppando senza risultare banale o inappropriato e senza coprire o rovinare l’intero contenuto grafico.

Ci sono però delle regole universali da seguire, ad esempio si utilizzano di solito due font (o al massimo tre) nello stesso progetto. 

Potrebbe interessarti anche: 
Come scegliere il font giusto per i tuoi progetti

3. La scelta della palette di colori: crea contrasti 

I colori, insieme alle forme, alle ombreggiature e alle sfumature, sono caratteristiche molto importanti da tenere in considerazione per i tuoi lavori, perché ogni elemento condiziona la percezione del progetto

Non solo per il processo grafico ma soprattutto per lo sviluppo e la crescita del tuo estro artistico. Sperimenta! Ti consigliamo di fare vari tentativi all’inizio: gioca con i colori e le forme per dare vita ad uno stile e un design unico e facilmente riconoscibile. Attenzione però a non esagerare. 

Una regola fondamentale per quanto riguarda il colore nei progetti di Graphic Design è inserire un elemento che risalti fra tutti, perché concettualmente più importante.

In questo caso il contrasto del colore ti aiuterà a creare un effetto molto interessante.

A proposito di colore, se stai lavorando ad un logo, ti consigliamo la lettura di questo articolo:
Come scegliere il colore giusto per un logo

4. Semplifica

Come si sente dire spesso, in diversi contesti, Less is more.
Tradotto nelle regole del design significa togliere il superfluo e utilizzare con parsimonia il numero di font e colori. 

Ricorda quindi che meno è meglio, ricorda quindi di seguire questi 3 consigli pratici:

– limita il numero di immagini, font e colori 
– evita decorazioni inutili 
– raggruppa elementi simili tra loro

5. Crea una gerarchia visiva ben definita

Dare più grandezza alle immagini o diminuirle, spostare gli elementi in modo tale che si capisca quale siano quelli più importanti, sin dal primo sguardo.

Creare una gerarchia significa dare il giusto peso ad ogni singolo elemento grafico , che può essere dominante, quando è in primo piano; sub-dominante quando è secondario; subordinato si trova sullo sfondo. .

Conclusioni

Se sei qui e hai letto tutti i punti, avrai capito che conoscere e applicare le regole base del Graphic Design è importante per comunicare al meglio le tue idee creative e realizzare opere grafiche efficaci.

I risultati e la qualità dei lavori miglioreranno col tempo, quando avrai più esperienza e più conoscenze teoriche.

Potrai acquisirle seguendo corsi specializzati, come il nostro Diploma Accademico di I Livello in Graphic Design, strutturato con un piano di studi che integra alla formazione professionale del grafico lo sviluppo della progettazione multimediale indirizzata verso i nuovi sistemi digitali, indispensabili per approcciarsi al mondo del lavoro.

Autore avatar
Pantheon
https://www.istitutopantheon.it

Articolo a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile